Contatti

Dove siamo

Via Battistotti Sassi, 11
20133 Milano
Tel. 02 7010 1012

Il nostro blog

Approfondimenti, curiosità, offerte e news sempre aggiornate.

Carta dei servizi

Download in versione PDF

Facebook

La nostra pagina ufficiale

Newsletter



Consenso privacy

accetto non accetto

Leggi la policy

Con la sottoscrizione della presente Lei autorizza Promes Sanità Srl ad inviare proposte commerciali a mezzo posta, fax e mail. I suoi dati saranno utilizzati solo per l’invio di materiale amministrativo-contabile, didattico, commerciale e promozionale.

L'autorizzazione può essere revocata in qualunque tempo scrivendo a web@promes.it, inviando un fax allo 02 7010 5712 o collegandosi al nostro sito www.promes.it









Esercizio certificato Family Friendly da Radiomamma.it

Pazienti

Gli adulti si lavano i denti in modo sbagliato

Witten/Herdecke – Un recente studio di AXA in collaborazione con l’Università di Witten/Herdecke indica che i tedeschi hanno uno scarso know-how per quanto riguarda il lavarsi i denti. Anche se la maggior parte dei tedeschi si pulisce i denti almeno due volte al giorno, una gran parte li pulisce semplicemente nel modo sbagliato. Le conseguenze di questo comportamento, a volte, possono portare con sé un costoso trattamento dal dentista.
 
Un mondo sottosopra: i bambini puliscono i denti correttamente, gli adulti in modo sbagliato
.

Il 57% degli intervistati lava i denti con un movimento circolare, e secondo il dott. Stefan Zimmer, titolare della cattedra per la Conservazione dei denti all’Università di Witten/Herdecke e Presidente dell’“organizzazione tooth-friendly”, si tratta di una tecnica sbagliata: 

“Un movimento circolare dello spazzolino può ferire le gengive e spingere placca e batteri sotto il bordo gengivale, dove si possono creare infiammazioni. Inoltre, si tratta di un metodo che non permette di pulire così a fondo. La tecnica corretta consiste in movimenti consiste nello spazzolare con decisione con un movimento di va e vieni, che proteggono le gengive e rimuovono in modo ottimale la placca batterica”.

Meno di un terzo degli intervistati pulisce quindi i denti correttamente (32%). Ma per quale motivo così tante persone puliscono i denti in modo sbagliato? “La maggior parte spazzola i denti ancora come gli è stato insegnato nell’infanzia, da genitori o alla scuola materna”, afferma il dott. Zimmer, “in realtà per i bambini fino a dieci anni circa i movimenti circolari sono ancora la tecnica giusta, poiché si tratta di un movimento abbastanza semplice. Per gli adulti però non è così. Il dentista può consigliare di volta in volta la tecnica migliore”.
 
Poca concentrazione, poco tempo, pochi soldi
. Anche chi adotta la tecnica corretta per spazzolare i denti dovrebbe prestare attenzione durante il momento dedicato alla pulizia. 
Mentre la maggior parte degli intervistati con più di 50 anni (78%) durante lo spazzolamento si concentra solo su questa attività, sono soprattutto gli adulti tra i 14 e 29 anni a distrarsi più spesso mentre svolgono questa semplice operazione, camminano per casa (31%), oppure pensano alla giornata di lavoro (25%).

Si aggiunge anche il fare le smorfie, per gli uomini intervistati (4%), e il fare una leggera ginnastica, per le donne (4%). La durata dello spazzolamento, nella media nazionale, è troppo bassa. Solo il 40% degli intervistati impiega tre minuti o più per lavarsi i denti. Solamente poco più della metà degli intervistati (59%) utilizza per la cura dentale anche altri strumenti, come il filo interdentale o spazzolini interdentali. E solo una minoranza (11%) utilizza il filo interdentale per pulire gli spazi tra i dentali almeno una volta al giorno.
I risultati migliori si ottengono con una pulizia dentale professionale.

Questa però, per molti tedeschi (44%) risulta una scelta semplicemente troppa costosa. Il dott. Zimmer sostiene che trascurare la salute dei denti per motivi economici sia una scelta discutibile: «In gioco non è solo la salute dentale. Si trascurano anche otturazioni, corone e protesi, così come interventi completi, come i trattamenti della radice che sono di solito più costosi della stessa prevenzione».

Solo dopo i nove anni i bambini dovrebbero pulirsi i denti da soli. 
Anche nel campo dell’igiene orale dei bambini ci sono margini di miglioramento. Secondo uno studio, un bambino tra i sei e gli otto anni è già responsabile per la propria salute dentale.

Tuttavia, consiglia il dott. Stefan Zimmer: «i genitori dovrebbero dare una seconda pulita ai denti del bambino fino al raggiungimento dei nove anni di età, anche quando il piccolo preferirebbe lavarseli da solo. Soprattutto la pulizia approfondita sul bordo della gengiva, o la pulizia degli spazi infradentali, a questa età non è ancora un gesto semplice».


Il comportamento dei bambini nel lavarsi i denti dipende dall’attenzione dei genitori. Già sin da piccoli, secondo uno studio, i bambini sono in grado di pulirsi i denti in autonomia: bimbi fra i tre e i cinque anni sanno lavarsi i denti da soli. Ogni bambino da allora è responsabile della propria cura dentale (11%) – tre quarti si lavano i denti con l’aiuto, pre o post lavaggio, di un genitore. Tra i più piccoli (3/5 anni) prevale l’uso del normale spazzolino dentale (65%), solo un 15% utilizza uno spazzolino elettrico. L’utilizzo dello spazzolino elettrico risulta raddoppiato nella fascia d’età dai 6 agli 8 anni (36%).

“I genitori dovrebbero portare i propri figli il più presto possibile dal dentista. Poiché il controllo e la profilassi regolare riducono la carie. Eventuali danni possono essere riconosciuti precocemente ed essere corretti”, sostiene il dott. Zimmer.

Tuttavia, nonostante la cura attenta alcuni denti possono avere carie o essere mal posizionati e di conseguenza diviene necessario l’intervento del Dentista o dell’Ortodontista. Secondo il dott. Zimmer attualmente il numero di cure ortodontiche su bambini è in aumento.

Dettagli studio
: studio commissionato da AXA e dall’Università Witten/Herdecke alla società di ricerche di mercato, condotto in Germania attraverso un sondaggio online su un campione rappresentativo di 1.025 persone tra 14 e 69 anni.
L'articolo è stato pubblicato sul numero 12/2012 del Dental Tribune.
 

P.I. 10519490154


Ambulatorio Odontoiatrico
Via Battistotti Sassi, 11 - 20133 Milano - Tel. 02 7010 1012

Ambulatorio Chirurgico
Via Battistotti Sassi, 11 - 20133 Milano - Tel. 02 7010 5777

Privacy Policy